web counter
ads

Ecco perchè veniamo massacrati dalle zanzare

ecco-perch-veniamo-massacrati-dalle-zanzare
 
Con l'avvicinarsi dell'estate si ripresenta anche lo stagionale incubo delle punture di zanzara. Croce della bella stagione, le zanzare sono un fastidio che tentiamo di tenere lontano con l'uso di repellenti, insetticidi e molte altre trovate. In alcune parti del mondo, inoltre, questi insetti sono anche portatori di malattie, molte delle quali piuttosto serie. Ecco perché un team di ricercatori della London School of Hygiene and Tropical Medicine ha deciso di dedicare una ricerca alla risposta di una domanda apparentemente strana come: "Perché le zanzare si accaniscono su di me?". Lo studio, pubblicato sulla rivista Plos One, apre nuove prospettive sulla comprensione del perché le zanzare prediligono certi individui e, soprattutto, sulla possibilità di studiare nuovi e più efficaci sistemi repellenti. Finora, infatti, la maggiore suscettibilità di alcuni individui ad essere morsi dalle zanzare era associata soprattutto a fattori esterni. L'uso di abiti di determinati colori, l'utilizzo di profumi di un certo tipo o, in alcuni casi, il consumo di birra nelle sere d'estate. Si tratta di fattori che hanno una certa importanza ai quali si aggiunge, secondo la nuova ricerca, la predisposizione genetica. Per verificarlo, gli scienziati hanno utilizzato un metodo tanto semplice quanto efficace. Un campione di zanzare portatrici di febbre gialla è stato osservato in laboratorio. Gli insetti sono stati messi di fronte ad un tubo ad Y che conduceva a due soggetti bersaglio. In pratica, le zanzare potevano decidere quale dei soggetti attaccare. La scelta dei bersagli, inizialmente, si è concentrata su gemelli omozigoti, con un corredo genetico identico. In accordo con le previsioni, le zanzare hanno morso i due bersagli con la medesima frequenza, senza mostrare preferenze evidenti. Per verificare l'ipotesi, allora, si è proceduto verso una seconda fase di esperimenti, questa volta con l'utilizzo di gemelli eterozigoti, il cui patrimonio genetico è differenziato. Questa variazione si è accompagnata ad un cambiamento delle preferenze delle zanzare che, in questo caso, hanno dimostrato di preferire uno dei due soggetti rispetto all'altro. L'esperienza dimostra, quindi, che alcuni fattori genetici possono predisporre ad un maggiore interesse da parte delle zanzare, anche se gli elementi specifici devono ancora essere isolati. Probabilmente, si tratta di fattori genetici connessi con odori od altre forme di emanazione che possono attrarre o repellere gli insetti. Una corretta ricerca in questo senso potrebbe dimostrarsi molto produttiva nel creare soluzioni per prevenire morsi di zanzare adattate sugli individui e le loro particolarità genetiche.
 
 
 
 

Guarda anche


camminare-almeno-3000-passi-al-giorno-favorisce-il-buon-sonno
Camminare almeno 3000 passi al giorno favorisce il buon...

Camminare, si sa, è un'attività che quotidianamente ognuno di noi svolge da...

alimentazione-e-ciclo-mestruale-quale-dieta-seguire-durante-le-mestruazioni
Alimentazione e ciclo mestruale: quale dieta seguire...

Le mestruazioni, immancabile appuntamento mensile nella vita di ogni donna,...