web counter
ads

Il peperoncino, alimento che cura il fegato

il-peperoncino-alimento-che-cura-il-fegato
 
Bacca conosciuta da millenni e coltivata in migliaia di specie, il peperoncino è il classico alimento che o si odia, o si ama. Utilizzato come spezia inizialmente dalle popolazioni dell'America latina, il peperoncino si è diffuso in Europa intorno al 1500 e ha presto sostituito nell'uso comune altre spezie orientali più costose, come la noce moscata e la cannella. Al giorno d'oggi se ne conoscono centinaia di varietà, la più piccante delle quali è senza dubbio il peperoncino Habanero, mentre più tollerata, per la minore piccantezza, è la varietà Jalapeno. Il gusto piccante di questa famosa bacca è dovuto a un alcaloide chiamato capsaicina, presente in diverse forme in ciascuna varietà di peperoncino: è questa sostanza a provocare, in bocca e nell'intestino, la classica sensazione di bruciore, che altro non è che l'attivazione di alcuni termorecettori sulla mucosa che mimano l'aumento di temperatura. Ma il peperoncino non è solo un piacere per il palato: uno studio recentemente presentano all'International Liver Congress di Vienna ha rivelato che la capsaicina, la stessa sostanza responsabile della piccantezza del peperoncino, ha un ruolo anche nel diminuire la fibrosi epatica, cioè la risposta del fegato ai danni, che comporta la formazione di tessuto cicatriziale nel parenchima epatico. Lo studio è stato effettuato su un gruppo di topolini cui era stato legato il dotto biliare, in modo da causare un danno al fegato dovuto all'eccesso di bile, ed un altro gruppo sottoposto all'ingestione del tetracloruro di carbonio, una sostanza inorganica fortemente epatotossica. In entrambi i gruppi, il consumo di capsaicina mescolata al cibo ha avuto effetti incredibili sul fegato: nei topolini con il dotto biliare legato, la capsaicina ha migliorato i danni al fegato, mentre nei topolini che avevano ingerito la sostanza epatotossica, l'alcaloide ha prevenuto l'insorgenza di fibrosi epatica. Visti i risultati promettenti, i ricercatori stanno svolgendo ulteriori test per meglio comprendere come questa sostanza, presente nelle diverse varietà di peperoncino, possa avere una azione benefica sul fegato, uno degli organi più importanti per il nostro organismo.
 
 
 
 

Guarda anche


una-dieta-antinfiammatoria-per-allontanare-le-malattie
Una dieta antinfiammatoria per allontanare le malattie

Le infiammazioni sono fra le maggiori responsabili di moltissime malattie,...

funghi-e-deficit-cognitivi-un-associazione-potenzialmente-vincente
Funghi e deficit cognitivi: un'associazione potenzialmente...

È stata accolta con grande entusiasmo nella comunità scientifica la notizia...