web counter
ads

20 decimi di vista: possibili grazie alla ginnastica oculare

20-decimi-di-vista-possibili-grazie-alla-ginnastica-oculare
 
Non si tratta di nessun super-potere: la super-vista è una realtà che può ottenersi grazie a specifici esercizi di ginnastica oculare. L'annuncio della notizia è stato dato dal Professor Alessandro Segnalini, docente presso l'Università della Sapienza di Roma, che ha presenziato al congresso nazionale di Ipovisione-Sportvision 2016. Nel suo discorso il professore ha presentato la questione ribadendo gli indubbi vantaggi soprattutto per gli atleti, che trascorrono la loro vita nello sforzo costante di migliorarsi. Così, il professor Alessandro Segnalini ha spiegato che un miglioramento della vista negli atleti può contribuire a migliorare la prestazione sportiva poiché il soggetto beneficiato può percepire meglio le immagini, grazie ad una più sofisticata messa a fuoco, avendo anche una maggiore percezione della profondità. Secondo alcuni studi condotti, l'uomo sfrutta solo il 40-60% della propria capacità visiva. La restante parte, quindi, rimane assolutamente inutilizzata. Lo scopo è quello di sfruttare alcuni esercizi, nati per aiutare gli ipovedenti, da sottoporre a persone normo-vedenti. Con un po' di costanza è possibile arrivare ad una situazione di ipervisione. Chiaramente, però, questo stato di super-vista può essere ottenuto solo da soggetti che partono da una situazione di dieci decimi di vista. Così, un esperimento condotto dal professor Segnalini ha dimostrato come 15 tennisti della Federazione, tutti normo-vedenti, dopo essersi sottoposti a dieci sedute di 20 minuti ciascuna di visual training, hanno raggiunto un miglioramento della vista vantando fino a 20 decimi. Un ulteriore test è stato condotto su tiratori i quali, dopo essersi sottoposti al trattamento, hanno subito un miglioramento dei loro punteggi medi da 163 fino a 210. Di fatto il trattamento ha lo scopo di allenare l'occhio attraverso alcuni movimenti, come ad esempio obbligandolo a seguire il cambiamento di colore di una scacchiera. Gli esercizi, che vanno dalla microperimetria al biofeedback, se eseguiti con costanza possono ridurre i tempi di reazione occhio-cervello, e quindi fare in modo che l'impulso percepito dall'occhio arrivi in un tempo breve alla zona corticale. Al momento c'è da ribadire che queste tecniche che portano alla super-vista sono principalmente adottate nelle federazioni sportive, soprattutto di quelle relative a sport statici come il golf, per il quale è fondamentale la messa a fuoco e la percezione della profondità. Gli esiti positivi dei test non escludono una loro applicazione anche nella vita quotidiana.
 
 
 
 

Guarda anche


i-principali-rimedi-contro-rughe-e-macchie-post-vacanze-estive
I principali rimedi contro rughe e macchie post vacanze...

Rughe, macchie, epiteliomi. Il bilancio di fine estate assomiglia più a un...

calvizie-ricrescita-nel-80-dei-pazienti-con-l-emoderivato-il-prf
Calvizie: ricrescita nel 80% dei pazienti con l'emoderivato...

L'alopecia androgenetica, più comunemente conosciuta come calvizie maschile,...