stickyimage

Quali sono le cause di formicolio ai piedi

Quali sono le cause più comuni di formicolio ai piedi? Se si soffre di un formicolio del genere per un periodo prolungato, è molto probabile che ci sia qualcosa che non funziona all’interno dell’organismo. Il motivo potrebbe consistere in un problema neurologico non grave, oppure grave. Un esempio di malattia molto grave che prende il via con un sospetto formicolio dei piedi è, ad esempio, la sclerosi multipla. È sempre bene sottolineare che se il formicolio dura diversi giorni è opportuno chiedere il parere del medico personale. Egli potrà ricollegare il fenomeno a un problema occorso in passato, oppure prescrivere delle visite specialistiche. In particolare, si parla di ipoestesia per definire la mancanza di sensibilità che interessa gli arti inferiori. Essa si accompagna non di rado ad altri tipi di disturbi, tra i quali, appunto, il formicolio. Nel caso in cui i disturbi si presentino in contemporanea, non è un indolenzimento passeggero, ma qualcosa di più serio. Uno dei motivi può essere ravvisato nelle sindromi nervose canalicolari. In conseguenza di tale disturbo, il formicolio aumenta nel momento in cui il soggetto sta in posizione eretta. La sindrome canalicolare può essere genericamente definita come neuropatia periferica, contraddistinta da alterazioni sensitive o motoria, sulla basa di una compressione che viene messa in atto da strutture anatomiche di vicinanza, là dove il nervo è esposto oppure costretto in maniera particolare. Si può pensare, dunque, a un disturbo di origine vascolare, ma non è detto che sia sempre così. A volte, per esempio, può trattarsi di una situazione di lombosciatalgia, mentre in altri casi possiamo trovarci di fronte a una sindrome nervosa complessiva, di tipo periferico, che viene ignorata. Sotto il profilo funzionale, tali manifestazioni fanno parti della fase cosiddetta di neuroaprassia, e per questo motivo non sempre i sintomi possono essere correlati al danno. Tradotto in parole povere, vuol dire che di frequente la diagnosi della sintomatologia è errata, e di conseguenza trascurata a livello di trattamento. I motivi sono diversi, ma vanno ricondotti fondamentalmente a una eziologia plurima, nel senso che le cause che determinano la compressione sono molte. Ciò spiega il carattere di incertezza. I nervi nel loro tragitto devono sorpassare come delle strettoie, che sono appunto rappresentate da osti o formazioni canalicolari, i quali solitamente sono composti da tessuto fibroso. In tali strettoie, il nervo può soffrire. All’inizio si presenta una irritazione del perinevrio, quindi a soffrire sono le fibre nervose, fino, nei casi peggiori, alla loro necrosi nel caso in cui la compressione duri per molto tempo. In ogni caso, è utile mettere in evidenza che la sintomatologia è decisamente mutevole. Concludendo, segnaliamo che alla base del formicolio ai piedi possono esserci ragioni diverse. Nel caso in cui il disturbo si presenti per lungo tempo, sarà necessario farsi vedere dal medico personale, che eventualmente prescriverà una visita specialistica, in quanto potrebbe trattarsi anche di una patologia seria, come la già citata sclerosi multipla. Nel caso in cui, invece, il formicolio si manifesti in maniera alternata o raramente, esso è dovuto semplicemente a una compressione di uno o più nervi, sui quali sarà necessario intervenire.

 

 

Varie. You can follow any responses to this entry through the | RSS feed . You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave A Response

Required