web counter
ads

Frutta secca: bambini meno allergici se si consuma in gravidanza

frutta-secca-bambini-meno-allergici-se-si-consuma-gravidanza
 
La gravidanza è un momento importantissimo nella vita della donna perchè è il momento in cui prende forma il suo sogno di mamma attraverso il concepimento, la crescita e, infine, la nascita del proprio figlio. E' proprio durante la permanenza nel grembo materno che il bambino sviluppa la propria struttura fisica e psichica ma non solo, perchè in fase di crescita si sviluppano nell'organismo anche le allergie e le intolleranze che presenteranno, in seguito, i loro sintomi. Per molti anni le teorie mediche sul punto si sono dibattute sulle eventuali terapie da adottare per potere bloccare sul nascere, o addirittura in fase di gravidanza, alcuni tipi di allergia, in particolare le forme più aggressive che spesso risultano fortemente invalidanti, ma non si era mai arrivati ad una soluzione unitaria che potesse rappresentare una cura per tali forme di scompensi. Recentemente, invece, dai risultati ottenuti dai ricercatori del Dana Faber Children's Cancer Center di Boston, negli Stati Uniti d'America, è emerso che il consumo di frutta secca, per tutta la durata della gravidanza, riduce notevolmente il rischio di allergia a tali alimenti per i bambini. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Jama Pediatrics, ha evidenziato i numeri della ricerca: sono state osservate ben 8025 madri e i loro rispettivi figli, di cui 308 presentavano allergie alimentari e 140 risultavano allergici alla frutta secca. I ricercatori, guidati dalla dott.ssa Lindsay Frazier, hanno rilevato che i figli di madri non allergiche che durante la gestazione avevano consumato un'alta quantità di noci, nocciole, pistacchi correvano un rischio più basso di sviluppare tale forma di allergia. Si è provato dunque che la precoce esposizione ad alimenti, potenzialmente allergeni, sviluppa nell'organismo la probabilità di tollerarli perfettamente. Il fisico, in altre, parole, riesce ad abituarsi alle sostanze sin da subito, in modo da metabilizzarle senza conseguenze per la salute. Con riferimento, invece, alle madri allergiche, lo studio ha evidenziato che, trattandosi di trasmissione genetica, i figli di individui allergici, nonostante un consumo giornaliero di tali tipi di alimenti, sono più soggetti, per ereditarietà, a contrarre l'allergia. La ricerca ha sottolineato, inoltre, il forte valore nutritivo e di vitamine apportato dalla frutta secca, troppo spesso in passato demonizzata perchè ritenuta grassa e dannosa per la salute. Oggi, invece, i medici suggeriscono il consumo di questi alimenti, in particolare di prima mattina, per le qualità dei componenti che conferiscono al corpo energia e vigore, soprattutto per le donne in stato di gravidanza che necessitano di sostanze che possano dare loro il nutrimento necessario per sé e i propri bambini senza appesantire l'organismo.
 
 
 
 

Guarda anche


cistite-in-gravidanza-i-rimedi-per-combatterla
Cistite in gravidanza: i rimedi per combatterla

La cistite in gravidanza costituisce un fastidio fisico molto diffuso in...

lotus-birth-bocciata-in-italia-dalla-sin
Lotus birth bocciata in Italia dalla Sin

In Italia, sempre più donne richiedono la possibilità di partorire seguendo...