stickyimage

Mal di pancia: congestione od indigestione?

Il termine mal di pancia si usa genericamente per indicare diversi tipi di disturbi che hanno tra loro in comune la localizzazione nella parte superiore dell’addome (cioè al di sopra della linea dell’ombelico). Il mal di stomaco non è quindi una malattia, ma un insieme di sintomi come gonfiore, produzione eccessiva di gas e nausea che si manifestano per il mal funzionamento dell’apparato digerente. Questo è un disturbo molto comune, anche se i sintomi variano da persona a persona.

Le cause del mal di pancia sono molteplici e possono essere confuse, alcune sono collegate allo stile di vita altre a ciò che si mangia e si beve. E’ bene ricordare però che il mal di stomaco può anche essere provocato da altre patologie dell’apparato digerente.
Una importante distinzione deve essere effettuata tra congestione e indigestione, in quanto anche se i sintomi possono essere comuni, le cause sono di natura diversa.
L’indigestione è un disturbo che ha vari livelli a seconda dei casi. È molto più frequente di quanto si possa pensare e può comparire dopo un pasto troppo sostanzioso, ma anche nel caso in cui si consumino alimenti “nuovi” rispetto alle normali abitudini personali. Provocano indigestione anche le bevande gassate e il consumo di alcolici in gran quantità. E’ sconsigliato quindi mangiare in tempi veloci, abusare di cibi grassi e in dosi massicce, bere troppo caffè e troppe bevande alcoliche. Perfino lo stress emotivo e l’eccessivo consumo di sigarette sono forti alleati dell’indigestione.
Ci sono inoltre determinati farmaci che, se assunti regolarmente, tendono a danneggiare lo stomaco provocando problemi alla corretta digestione.

I sintomi più comuni di una indigestione sono il dolore e la tensione dell’addome, senso di sazietà, rigurgito di cibi o succhi gastrici, bruciore di stomaco, nausea, vomito, eccessiva sudorazione accompagnata a malessere diffuso.
L’indigestione può essere a sua volta il sintomo di malattie specifiche.
Il primo rimedio naturale contro l’indigestione è evitare di abbuffarsi e dedicare più tempo al pasto, masticando bene ed evitando di deglutire in fretta. I rimedi da usare in caso di rari episodi sono i classici metodi “fai da te”, cioè farmaci antiacido a base di calcio carbonato e magnesio, per combattere l’eccesso di acidi gastrici e per lenire i dolori di stomaco. Nell’eventualità di episodi più frequenti esistono medicinali specifici che è consigliabile far valutare dal proprio medico dopo un’attenta visita e i dovuti accertamenti.
La congestione, invece, è un vero e proprio blocco della digestione dovuto al freddo. I sintomi principali sono dolori allo stomaco, senso di oppressione, nausea, debolezza, mal di testa, vomito e vertigini. Trattandosi di un vero e proprio blocco intestinale in seguito alla dismissione delle funzioni digestive, per prevenirla bisogna evitare che le risorse dedicate al sistema digerente vengono dirottate su altri organi per far fronte a sforzi fisici o a repentini cambiamenti di temperatura.
Per trattare la congestione occorre assumere una posizione supina cercando di mantenere lo stomaco al caldo. E’ consigliabile massaggiare la zona addominale ed eventualmente assumere sali minerali o bevande calde per reintegrare le sostanze perse a causa dell’eccessiva sudorazione e per calmare i crampi.

 

 

Male a ... You can follow any responses to this entry through the | RSS feed . You can leave a response, or trackback from your own site.
2 Comments to Mal di pancia: congestione od indigestione?
  1. Pingback: Come riconoscere il blocco digestivo nei bambini e le cure immediate | BlogBenessere

  2. Pingback: Congestione e blocco digestivo: quali sono le differenze? | BlogBenessere

Leave A Response

Required