web counter
ads

Tumore al polmone: smettete di fumare in casa

tumore-al-polmone-smettete-di-fumare-in-casa
 
Nonostante i passi avanti compiuti dalla Scienza, purtroppo, il numero di pazienti colpiti da tumore al polmone fa ancora paura. Per questa ragione gli esperti, riunitisi a Napoli in occasione della quinta Conferenza Internazionale di Oncologia Toracica, lanciano un appello alla popolazione intera, chiedendo di smettere di fumare soprattutto in casa. In occasione della Conferenza, infatti, il past president dell'Associazione italiana oncologica toracica, Filippo de Marinis, ha annunciato che qualora da domani, nel mondo, si decidesse di smettere di fumare, tra trent'anni il numero dei pazienti affetti da tumore al polmone potrebbe ridursi di quasi il 90%. In altre parole, si tratterebbe di un risultato mai ottenuto da nessuna terapia, neppure la più potente. Questo risultato sarebbe possibile esclusivamente perché il fumo è la principale causa di tumore al polmone. A riguardo i dati confermano questa realtà: sono quasi 30 mila i decessi e più di 40 mila i nuovi casi di carcinoma polmonare. Ciò significa che nonostante le numerose pubblicità progresso e la costante opera di informazioni da parte dei medici che giornalmente mettono in guardia dai pericoli del fumo, purtroppo questo nemico non viene considerato come tale e, a quanto pare, non fa ancora paura. Per questa ragione la percentuale dei fumatori è ancora troppo elevata. In particolare, le regioni italiane più a rischio sono la Toscana, il Veneto ed a seguire la Calabria. Ciò che fa paura, inoltre, come è stato più volte ribadito, è il fumo passivo capace di nuocere seriamente alla salute anche di chi, pur non fumando, vive a contatto con una persona fumatrice. A riguardo alcune indagini parlano chiaro: le donne sono quelle più a rischio. Infatti, il presidente dell'AIOT, Cesare Gridelli, ha confermato che il carcinoma polmonare cresce soprattutto tra le donne non fumatrici che vivono in casa con fumatori. Questo, quindi, fa pensare ad una maggiore predisposizione delle donne ad ammalarsi a causa di un fattore genetico ed ormonale. Ecco, quindi, il monito a non fumare soprattutto in casa, poiché accendere una sigaretta in cucina o in salotto equivale ad aprire la porta ad un killer, intenzionato a rubarvi i beni più preziosi: la salute e la vita.
 
 
 
 

Guarda anche


sclerosi-multipla-arrivato-il-farmaco-per-le-forme-pi-gravi
Sclerosi multipla: arrivato il farmaco per le forme più...

Secondo gli ultimi dati, sembra che ogni 3 minuti venga diagnosticato un nuovo...

aumenta-l-incidenza-del-linfedema-cos--e-come-si-cura
Aumenta l'incidenza del linfedema. Cos'è e come si cura

Il linfedema è una patologia il cui segno distintivo è il rigonfiamento...