web counter
ads

Viaggi stress-free: i vantaggi dell'omeopatia

viaggi-stressfree-vantaggi-dellomeopatia
 
Finalmente le vacanze. L'ultimo sforzo richiesto è quello del viaggio verso la meta prescelta. Lunghe ore in aereo, in treno o in macchina, possono essere sfiancanti. Vediamo come, grazie all'omeopatia, sia possibile minimizzare quest'ultima fatica prima di goderci il mare ed il sole. Poter respirare l'aria di mare dal ponte di un traghetto è sicuramente piacevole, ma a parte questa eccezione, passare alcune ore immobili, costretti negli spazi angusti dei comuni mezzi di trasporto comporta una serie di problemi. Indolenzimento muscolare, dolori alla cervicale, senso di nausea, circolazione sanguigna che rallenta sono solo alcuni degli aspetti spiacevoli di in viaggio lungo alcune ore. Come porre un rimedio? L'omeopatia può venirci in soccorso. Nata alla fine del XVII secolo, l'omeopatia è una medicina alternativa che, al contrario della comune medicina allopatica, non mira a sopprimere e curare il dolore con dei farmaci, quanto a ristabilire l'energia vitale che ogni essere possiede quando è in salute. Attraverso il concetto di "similitudine del farmaco", l'omeopata somministra delle sostanze estratte da vegetali, minerali ed animali. Sono disponibili in granuli, gocce, sciroppi, e si possono acquistare senza ricetta medica, in quanto considerate delle auto medicazioni. Ovviamente è sempre bene farsi consigliare da un omeopata. Generalmente il farmacista che vende questi prodotti ha le competenze necessarie. Per fronteggiare gli indolenzimenti muscolari, conseguenza di uno stato di immobilità, delle semplici compresse di magnesio possono essere il toccasana. Così come, per prevenire e contrastare la nausea, è consigliabile l'utilizzo di zenzero sotto varie forme. In compresse, o in infuso, facendone bollire la radice per qualche minuto, lo zenzero è un rimedio usato fin dall'antichità. Allo stesso modo, forse tra i più conosciuti rimedi omeopatici, i fiori di Bach sono un ottimo coadiuvante per ogni topo di disturbo. Un breve consulto con un omeopata, prima di partire, permetterà di valutare la nostra condizione energetica e di scegliere i principi omeopatici necessari al nostro caso. L'omeopatia, questo vale anche per i più scettici, ha un merito incontestabile: stimola la persona a "sentire" il proprio corpo. Per sfruttare a pieno i benefici di questa medicina a base di estratti naturali, è necessario imparare a conoscersi e credere nella validità dei rimedi. Essere consapevoli ed emotivamente coinvolti ci permette di effettuare le prime operazioni in caso di disturbo. Il controllo della respirazione, a riguardo, è la chiave del benessere. Al primo insorgere di tensioni, irrigidimento o disagio emotivo, iniziamo ad inspirare profondamente con il naso, tratteniamo l'aria per almeno due secondi ed espiriamo a fondo con la bocca. E' stupefacente quanto una respirazione profonda e prolungata ristabilisca le funzioni del nostro corpo. Per un viaggio il più sereno possibile, altrettanto importante è scegliere degli indumenti giusti. Preferibili i tessuti leggeri, ampi e che facciano respirare il nostro corpo. Si tratta di piccoli accorgimenti, in linea con il buon senso e con la naturale cura di sé. In fondo l'omeopatia si basa proprio su questo. Buone vacanze!
 
 
 
 

Guarda anche


medicina-allopatica-olistica-e-cure-naturali-curarsi-in-modo-alternativo
Medicina allopatica, olistica e cure naturali: curarsi in...

La medicina tradizionale della cultura occidentale, o medicina allopatica,...

aloe-vera-benefici-controindicazioni
Aloe Vera: benefici e controindicazioni

L’aloe vera, denominata “la pianta del miracolo”, è nota sin...