stickyimage

Quali sono i sintomi del cancro del colon

I sintomi di un tumore al colon sono spesso diversi e dipendono il più delle volte dallo stadio raggiunto dalla malattia, ma soprattutto dalla sua localizzazione.
Una distinzione basilare può essere effettuata distinguendo tra colon destro e colon sinistro.
Il colon destro sviluppa dei sintomi più tardivi rispetto a quello sinistro, a causa del volume ampio della sezione che va dall’intestino cieco fino al trasverso prossimale. Il contenuto di questo tratto è essenzialmente liquido, e le lesioni che vi si sviluppano hanno la forma tipica dei frattali, ricordano cioè quella di un cavolfiore, dalle dimensioni grosse e che tendono a sanguinare più facilmente. In questa situazione, tuttavia, il paziente tende ad accorgersi della neoplasia solo molto tardi, quando il primo sintomo davvero evidente è la perdita costante di sangue, espulso insieme a feci non ancora ben formate. I sintomi meno evidenti ma che dovrebbero comunque destare allarme, sono rappresentati da frequente spossatezza, perdita di tono muscolare e affaticamento, dovuti di solito ad un’anemia latente, determinata dal continuo sanguinamento, che fino ad allora si è celato come sangue occulto presente nelle feci. Gli stati dolorosi associabili a questo tipo di neoplasia sono le sensazioni di affanno in seguito a sforzi lievi, e i discontinui dolori addominali che si localizzano nei quadranti addominali a destra. Se la massa ha raggiunto un diametro consistente, la sua presenza può essere palpabile, e localizzata nell’emiaddome di destra. La sua individuazione, al tatto, ed è indice in molti casi di situazioni già avanzate.
In una neoplasia situata all’altezza del colon sinistro, la sintomatologia è pressoché immediata, per diversi fattori. Il colon sinistro, che va dal trasverso distale e arriva al sigma, ha un tratto dal diametro inferiore, e dal contenuto solido. In questo tratto, le feci, già formate, localizzano un ostacolo, che si oppone al transito del materiale fecale, provocando un sanguinamento ripetuto, nell’evacuazione o separatamente, ma che si manifesta come una lieve emorragia, con la presenza di muco. La perdita di rivoli di sangue è dovuta alla massa neoplastica che si infiltra nella parete del colon, provocando il danneggiamento dei vasi sanguigni. Sintomatologia frequente consiste invece nelle alterazioni dell’alvo, che passa da periodi di stitichezza a quelli di diarrea frequente, provocando fastidi addominali associati a sensazione di dolore, localizzabile proprio in concomitanza dei quadranti addominali a sinistra. In molti casi, vi è la sensazione persistente della incompleta evacuazione, associata all’espulsione di feci dalla tipica forma a nastro, soprattutto nei tumori del retto. Frequenti e immediate le sensazioni di bruciore, prurito anale, e di pesantezza, nonché della presenza di un corpo estraneo a livello del retto. La manifestazione di sintomi come la palpabilità di una massa addominale, contestualmente a crampi e a disturbi genitali e urinari è invece molto tardiva rispetto alla nascita della formazione tumorale.

Sintomi associabili alla presenza di una massa tumorale sia nel tratto destro che in quello sinistro, ma tardivi, tipici delle fasi più avanzate, sono nausea e perdita di appetito, vomito, dimagrimento e il decadimento delle condizioni fisiche.

 

Malattia. You can follow any responses to this entry through the | RSS feed . You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave A Response

Required