stickyimage

Quali sono i sintomi della prostatite

La prostata,è un organo che possiedono solo gli uomini e riveste un ruolo molto importante per il loro apparato genitale, ha la dimensione di una noce ed è posta sotto la vescica, collabora alla produzione del liquido seminale, infatti produce delle sostanze che rendono più forti,attivi e sani gli spermatozoi, per questo motivo sin da giovanissimi bisogna stare attenti a qualsiasi segnale anomalo arrivi dai genitali. Essa è formata da quattro porzioni distinte che la proteggono da tutti gli altri organi vicini che ne potrebbero influenzare il buon funzionamento. Qualora non vi fossero disturbi reali, da giovani la prostata non dovrebbe dare nessun tipo di problema, ma, dopo i 50 anni va tenuta sotto controllo periodicamente, poiché è soggetta con il passare del tempo a diventare una spia di disturbi al sistema urinario. Quando la prostata si infiamma si parla di prostatite, essa può essere acuta o cronica e asintomatica.
La prostatite acuta si manifesta all’improvviso, causando un senso di malessere a tutto l’organismo ed è seguita da febbre, dolori e difficoltà nello svuotamento della vescica. La prostatite cronica invece mostra sintomi simili ma meno acuti, proprio perché cronica i disturbi vanno e vengono a periodi alterni causando indolenzimenti vari a carico della zona pubica e dei testicoli. Quando si ingrossa può essere già il segnale di un tumore prostatico, molto frequente come patologia, ma, non pericolosa per la vita, solitamente il tumore è benigno e si risolve con un semplice intervento chirurgico, chiaramente tutto dipende anche dall’età del paziente. La prostatite asintomatica invece, non presenta alcun sintomo evidente, ma produce degli effetti, saltuariamente impedisce l’erezione, causa difficoltà nel concepimento e può causare arrossamento e prurito al glande producendo difficoltà nell’atto sessuale. Per questi motivi è la più difficile da individuare e pertanto occorrono indagine cliniche accurate, quali l’ecografia, lo spermiogramma ed eventualmente una biopsia. Oltre a questi disturbi prettamente d’ordine maschile la prostata può infiammarsi anche a causa di rapporti sessuali con partner che soffrono d’infezioni vaginali, rapporti frequenti in questo caso riescono a colpire il pene e i batteri riescono a risalire fino alla prostata e causare infezioni di vario genere, pertanto quando si è in coppia l’igiene intima e regolari controlli dal ginecologo e dall’andrologo sono una prassi normale, anzi, necessaria, ricordiamoci, infatti, che oltre ai vari problemi di salute la prostatite causa anche infertilità.Non lasciamo nulla al caso e non trascuriamo neppure il più piccolo segnale dall’allarme, in fondo la continuità della specie dipende anche da essa.

 

 

Salute. You can follow any responses to this entry through the | RSS feed . You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave A Response

Required