web counter
ads

Apnea nel sonno associata al rischio di iperglicemia

apnea-nel-sonno-associata-al-rischio-di-iperglicemia
 
Un recentissimo studio, i cui risultati sono pubblicati sull'European Respiratory Journal rivela che un livello elevato di zuccheri nel sangue (iperglicemia) sembra sia da collegare al disturbo dell’apnea nel sonno. Lo studio rivela anche, in presenza di questa anomalia del sonno, un probabile aumento delle malattie cardiovascolari e, in casi estremi, anche di rischio di mortalità. Recentemente un ampio studio europeo sul fenomeno dell’apnea nel sonno, lo "European Sleep Apnoea Cohort", ha esaminato più di cinquemila pazienti e i suoi risultati non sono affatto incoraggianti: la condizione medica dell’apnea del sonno sembra possa portare a un rischio maggiore di iperglicemia e anche di danni cardiovascolari. I ricercatori dello studio hanno misurato l’emoglobina glicata, detta HbA1c, che è direttamente legata alla concentrazione del glucosio plasmatico. Le rilevazioni hanno consentito ai ricercatori di avere una comprensione maggiore sui livelli dello zucchero presente nel sangue, in un certo intervallo di tempo. Coloro che sono affetti da diabete hanno dei valori HbA1c piuttosto elevati ed hanno un rischio, di conseguenza, di sviluppare seri problemi per l’apparato cardiovascolare. Per avere un’idea più precisa della situazione possiamo dire che chi non soffre di diabete ha un valore di glucosio nel sangue del 4% circa (ossia 20 mmol/mol secondo un nuovo sistema di rilevazione), mentre una persona diabetica ha un valore "normale" che è circa del 6,5% (ossia 48 mmol/mol). Secondo i ricercatori, il livello di concentrazione del glucosio nel sangue è significativamente legato alla gravità del disturbo del sonno che si manifesta con l’apnea. In questo studio, i ricercatori hanno suddiviso i partecipanti in diversi gruppi sulla base del tipo e della gravità del disturbo dell’apnea diagnosticata. I valori dell’HbA1c andavano da 5,24 a 5,50 se si era in presenza di un’apnea di una discreta intensità. I risultati ottenuti da questo studio evidenziano quanto sia importante per i medici conoscere la possibilità di un aumentato rischio di diabete nei pazienti che hanno problemi di apnea del sonno. Ma i ricercatori sostengono che saranno necessari ulteriori e più approfonditi studi per comprendere in dettaglio quelli che sono i meccanismi alla base delle due patologie: i medici devono inoltre comunque tenere sempre presente la coesistenza del diabete con l’apnea del sonno nel prescrivere i relativi trattamenti. In ogni caso, al fine di ridurre i rischi legati alla malattia, è da evidenziare la necessità di un controllo costante dei livelli di peso nei pazienti in oggetto.
 
 
 
 

Guarda anche


il-fumo-di-terza-mano--pericoloso-per-la-salute
Il fumo di terza mano è pericoloso per la salute

Una recente ricerca scientifica condotta da una università americana, la...

smartphone-causa-di-miopia-tra-i-giovani
Smartphone: causa di miopia tra i giovani

L'autorevole rivista medica The Lancet sostiene che i ragazzi sotto i 25 anni...