web counter
ads

Come funziona la risonanza magnetica

funziona-la-risonanza-magnetica
 
La risonanza magnetica o tomografia rappresenta una tecnica nuova introdotta nella diagnostica medica.E' stata creata nel 1980 e da allora a subito delle variazioni che l'hanno sempre più perfezionata, Viene utilizzata per poter visualizzare l'interno del nostro corpo senza dover effettuare operazioni chirurgiche o comunque operazioni di vario genere.La risonanza sfrutta gli effetti di un campo magnetico di intensità elevata, infatti usa un magnete e un generatore di onde radio di frequenza pari a 42 megahertz. Durante la tomografia si generano delle forze da questo campo magnetico le quali arrivano ad alterare in modo temporaneo la disposizione dei componenti atomici della parte che viene sottoposta all'esame medico. A seconda del genere dei diversi atomi arriva a cambiare l'emissione dei segnali elettromagnetici che emette, facendoli registrare da apparecchiature particolari e appositi. Questi segnali una volta captati vengono successivamente computerizzati e quindi elaborati da un calcolatore attraverso calcoli complessi , riuscendo quindi a ricostruire dell'immagini della parte sottoposta ad analisi. La risonanza in questa ultima fase ha le stesse caratteristiche della Tac, infatti una volta avuta l'immagine che indicherà la parte del corpo controllata, si noteranno una diversa tonalità di grigio che corrisponderà un differente valore densità espresso con valori numeri attraverso una scala.La risonanza rispetto alla Tac permette risultati migliori soprattutto per i tessuti situati in zone più profonde. Tale esame risulta innocuo per l'organismo in quanto non vengono usate radiazioni ionizzanti durante l'esecuzione dell'esame. Proprio per questo si ha la possibilità, se necessario, di ripete l'esame anche a breve distanza di tempo. Si hanno alcuni dubbi su eventuali danni che il campo magnetico potrebbe procurare all'organismo. Si ha però la certezza che si verificano interferenze tra il campo magnetico prodotto dalla risonanza magnetica e le diverse forme di protesi dentarie, con i pace-maker e anche con i clips vascolari. Attualmente le nuove tecniche usano dei metalli che sono compatibili con la risonanza, pertanto non si vengono a creare interferenze. La risonanza ha lo svantaggio si essere alquanto costosa sia per quanto riguarda le apparecchiature che la sua manutenzione, motivo per cui viene richiesta dal medico solo in casi di particolare necessità. Questo esame è particolarmente utile per visualizzare le aree del cervello, la colonna vertebrale, ed è anche impiegato per effettuare indagini per malattie oncologiche, cardiache e anche gastroenterologiche. L'esame non richiede una preparazione,si tratta solo, al momento dell'esame, di togliere ogni oggetto metallico e i gioielli.Per esperienza familiare, so che l'esame consiste nello sdraiarsi su un lettino, appoggiando la testa su un cuscino, quindi il medico,mediante comandi elettrici invia il lettino all'interno di una macchina cilindrica dove viene attivato il campo magnetico. L'esame ha una durata che oscilla tra un minimo di quindici minuti a un massimo di trenta a seconda della parte del corpo che deve essere controllata. Un altro svantaggio è quello che la prenotazione dell'esame, nella maggior parte degli ospedali, richiede un tempo di attesa tra varia dai quindici giorni ad n massimo di un mese.
 
 
 
 

Guarda anche


abuso-di-social-network-rischi-nelle-relazioni-dei-giovani
Abuso di social network: rischi nelle relazioni dei giovani

L'utilizzo dei social network è ormai diventato una costante nella vita di...

lesioni-dei-nervi-dal-guscio-dei-crostacei-una-nuova-cura
Lesioni dei nervi: dal guscio dei crostacei una nuova cura

I crostacei amati non solo sulla tavola, ma anche dai chirurghi, potrebbero...