Aumento di cifosi di oltre il 700% nei bambini negli ultimi 10 anni

Come spiegato dal Professor Carlo Ruosi dell’università Federico II di Napoli questi strumenti informatici, trasformati in veri e propri baby sitter elettronici a cui i genitori si affidano per tenere tranquilli i bambini per qualche ora, hanno portato a una crescita deformata della colonna vertebrale con conseguente atteggiamento di curvatura in avanti delle spalle causato dall’errata postura assunta durante l’utilizzo di smartphone e tablet.
Nello specifico nell’ultimo decennio i casi di condotta cifotica in età pediatrica sono passati dal 20% del 2008 all’80% odierno dei bambini che frequentano gli ultimi anni delle scuole elementari. 
Come spiegato dal professore prevenire è fondamentale per correggere gli atteggiamenti sbagliati, in fase iniziale, con esercizi ginnici appropriati e tecniche di rieducazione motoria mentre in fase avanzata occorre ricorrere al busto ortopedico o, nei casi più gravi, alla chirurgia. 
Come precisato dal professor Ruosi la curvatura normale delle vertebre è pari a 40 gradi per cui la prescrizione di un busto ortopedico correttivo si rivela molto importante in caso di constatazione di cifosi angolare con curvatura di 50 gradi. 
Rivolgersi a uno specialista ortopedico pediatrico è uno dei passi più importanti per salvaguardare la salute del bambino individuando tempestivamente patologie riguardanti l’apparato scheletrico e motorio. Grazie a queste piccole attenzioni è possibile trattare con successo diversi disturbi come la cifosi, la scoliosi, il piede piatto e il ginocchio valgo senza ricorrere a trattamenti invasivi e in tempi ridotti.